l’IT Service Management a servizio dei CIO

Il ruolo dei dipartimenti IT sta iniziando a cambiare. Cloud computing, big data, dispositivi mobili, video e altre tecnologie emergenti, contribuiscono in modo massiccio allo sviluppo del business in molte aziende.

Molti esperti, concordano sul fatto che queste soluzioni mettono fortemente sotto pressione il CIO obbligandolo a fare un passo indietro e lo costringono a concentrarsi più sulle strategie che sulla gestione vera e propria dell’IT: questo aumenta il focus del dipartimento IT sull’allineamento tra IT e business.

Un buon programma di gestione dei servizi IT è fondamentale.

Ecco tre modi con cui l’ITSM aiuta il CIO a concentrarsi sulla strategia:

1. Miglioramento del supporto all’utente finale

Se il focus del team IT si sposta sul miglior allineamento con le esigenze di business, è necessario un supporto all’utente finale snello e veloce.

Dedicandosi ad esigenze di tipo enterprise, l’help desk potrebbe non essere in grado di gestire correttamente le richieste degli utenti che, vogliono si un IT proiettato all’innovazione ed al progresso ma, nello stesso tempo,  vogliono anche un adeguato supporto alle banali esigenze giornaliere.

Gli incidents, portano serio disagio agli utenti e impediscono all’IT di soddisfare adeguatamente le esigenze operative. Un buon sistema di IT Service Management, aiuta il settore IT ad andare oltre la risoluzione delle problematiche giornaliere e concentrarsi sullo sviluppo di modelli più sofisticati che aiutano nel processo di innovazione.

2. Sviluppo di una struttura efficace

Le aziende che non operano al massimo della loro efficienza, ottengono risultati medio bassi. Questo avviene soprattutto nell’IT dove spesso, operazioni ripetitive e inefficienti, fanno perdere il focus rispetto a cose più importanti.

Il problema più grande causato dall’inefficienza dei processi, arriva quando si deve bilanciare in modo corretto l’urgenza e l’importanza di un problema.

Un processo inefficiente, porta spesso l’IT a lavorare molto su problematiche urgenti ma non importanti. Una buona strategia ITSM, si basa su principi di automazione dei processi di business e utilizza tecnologie come i sistemi CMDB per consentire ai team di operare nel modo più efficiente possibile. Questo permette di stabilire metodologie operative efficaci che lasciano la libertà al personale tecnico di concentrarsi sulle problematiche importantii

3. Semplice integrazione di applicazioni e servizi

Il rapido evolversi degli ambienti applicativi e di storage, è abbastanza comune nel settore IT. Uno dei motivi per cui il CIO deve assumere un ruolo sempre più strategico, è quello di evitare l’espansione dei data center, problema che si ha quando l’utente ha troppo controllo su servizi e applicazioni che utilizza. L’IT ha inoltre a che fare con il rapido sviluppo delle tecnologie e con la continua integrazione con le tecnologie emergenti che contribuiscono a creare frequenti  interruzioni. Il Change & Release management, riveste un ruolo importante nell’attuale panorama dell’IT. Gli strumenti per la gestione di questi servizi, permettono all’IT di essere efficiente e competitivo. Mentre aumentano la complessità e le esigenze IT, le aziende devono essere sempre più reattive e veloci nei loro processi. Le strategie in ambito ITSM, giocano un ruolo fondamentale per i team che voglio tenere il passo con queste sfide! Il CIO, dipende sempre di più dallo sviluppo strategico, non da quello tecnico.

 

Questo per dare al settore IT gli strumenti giusti per rimanere sempre al passo con esigenze che variano giornalmente! 

Ti serve un aiuto? scopri il nostro IT360

 

Articoli correlati

Nessun commento

Commenta