Home Soluzioni Unified Endpoint Management Loopholes. Come monitorarli.

Loopholes. Come monitorarli.

8 minuti di lettura
0
109
Loopholes.

Loopholes. Come monitorarli.

La continua evoluzione e crescita dei dispositivi endpoint nelle aziende rende la gestione della sicurezza della rete una preoccupazione primaria per i dipartimenti IT. L’amministratore di sistema, si impegna a garantire la sicurezza di tutti i dispositivi presenti. Si è alla costante ricerca di vulnerabilità e problemi che potrebbero disturbare lo scudo che protegge i dispositivi aziendali. Con tendenze e tecnologie che cambiano dinamicamente, è facile perdere dettagli che potrebbero compromettere l’armatura della tua rete. Di seguito qualche suggerimento su come proteggere alcune falle che potrebbero creare problemi alla sicurezza della tua rete.

Loopholes. Non usare troppi strumenti.

La gestione di più soluzioni software di gestione degli endpoint potrebbe fornire volumi di dati, ma potrebbe anche introdurre vulnerabilità nella rete. L’idea sbagliata comune è che avere più strumenti di sicurezza e gestione garantisca una rete più sicura. Un piano di gestione degli endpoint disgiunto potrebbe causare problemi di integrazione con altri strumenti di gestione nella rete. Avere uno strumento di gestione unificata degli endpoint (UEM) può ridurre l’onere del bilanciamento di vari prodotti. Una soluzione UEM offre una visione unica e chiara della sicurezza per l’intera rete e tutti i dispositivi sono gestiti da una posizione centrale per fornire una protezione coerente contro eventuali minacce informatiche.

Loopholes. Neglecting encryption.

La crittografia è un termine comunemente usato ogni volta che viene discussa la sicurezza aziendale. L’adozione di misure per garantire la protezione dei dati e prevenire perdite di dati contribuisce a garantire la sicurezza dell’infrastruttura di rete. Uno strumento UEM stabilisce la crittografia per i dati nella rete, la crittografia delle informazioni sensibili nel database e la crittografia delle comunicazioni tra i dispositivi. Queste sono le misure di base che devono essere applicate per rafforzare la sicurezza della rete. La crittografia dei dati deve essere applicata durante l’accesso alla console dello strumento UEM, consentendo l’accesso al database solo tramite credenziali specifiche dell’istanza e proteggendo le informazioni sensibili utilizzando chiavi specifiche dell’istanza.

Loopholes. Strategie di backup insufficienti.

Le minacce alla sicurezza della rete e gli attacchi di malware includono virus, worm, trojan, ransomware, spyware, adware, denial-of-service e altro ancora che colpiscono i dispositivi aziendali per assumere il controllo dei dati. La perdita di dati può anche verificarsi a causa di un arresto anomalo del sistema o di danni fisici al dispositivo; può accadere anche quando il dispositivo viene smarrito o rubato. Il backup dei dati è una misura seria e dovrebbe essere implementato in ogni azienda per salvaguardare i dispositivi e le informazioni archiviate in essi contenute. Per evitare la perdita di dati, è necessario applicare una strategia di backup adeguata che controlli lo spazio di archiviazione. I backup devono essere presenti in macchine dedicate e deve essere implementato un piano di ripristino di emergenza per i dispositivi per garantire tempi di inattività minimi in caso di emergenza.

Loopholes. Delaying patch updates.

Le patch di solito contengono aggiornamenti di sicurezza per contrastare le vulnerabilità rilevate di recente. Ritardare un aggiornamento della patch significa ritardare un livello di sicurezza per i tuoi dispositivi. Gli strumenti UEM forniscono funzionalità per automatizzare la distribuzione delle patch, pianificare la distribuzione delle patch e fornire dettagli per le patch mancanti. Queste funzionalità ti aiutano a rimanere aggiornato con le tendenze in atto nel settore e ad affrontare le vulnerabilità della rete.

Loopholes. Smaltimento improprio dei dispositivi di rete.

La gestione e la sicurezza degli endpoint aziendali non si limitano ai dispositivi in ​​uso nella rete. I dispositivi che escono dalla rete, quelli che hanno problemi hardware o i dispositivi BYOD utilizzati dai dipendenti non più con l’azienda potrebbero contenere informazioni classificate che possono essere trapelate involontariamente. Questo è il motivo per cui è importante mantenere un registro e garantire che i dispositivi vengano cancellati da qualsiasi informazione relativa all’azienda e preparati per lo smaltimento sicuro quando sarà il momento. Con una solida sicurezza di rete e procedure in atto per monitorare le falle nella sicurezza, le organizzazioni possono sperimentare una crescita sia della produttività che dei vantaggi aziendali. I dispositivi di rete possono essere completamente protetti e gestiti da uno strumento UEM come Desktop Central, che non solo protegge i tuoi endpoint, ma controlla costantemente anche eventuali minacce che potrebbero causare danni. Queste minacce vengono completamente annullate abilitando le funzionalità di sicurezza di Desktop Central.

Prova subito la versione demo gratuita: https://manageengine.it/desktop-central/ Se invece vuoi informazioni di carattere tecnico o commerciale, contatta gli specialisti Bludis allo 0643230077 o invia una e-mail a sales@bludis.it

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in Unified Endpoint Management

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Wi-Fi Analyzer. Nuova app per OpManager.

Wi-Fi Analyzer. Affrontare i problemi. Monitorare la disponibilità, la velocità e le prest…