Home Soluzioni IT Operations Management VMware backup? 5 cose da sapere.

VMware backup? 5 cose da sapere.

5 minuti di lettura
0
262
Recovery Manager Plus

L’architettura di una macchina virtuale si differenzia notevolmente dagli ambienti tradizionali on-premises e richiede tecniche di backup dei dati e operazioni di pre-backup. Qui forniremo qualche dettaglio su quello che gli amministratori devono tenere a mente prima di eseguire il backup delle loro macchine virtuali VMware.

Back up VMware virtual machines at the virtualization layer.

Quando si esegue il backup dei server fisici tradizionali, è consuetudine installare un agent di backup sul sistema operativo guest. Il server di backup contatta l’agent quando è in procinto di avviare un’operazione di backup. Questo metodo non è efficiente in un ambiente virtuale, in quanto consuma inutilmente le risorse sulla VM e influenza le prestazioni del VM e di tutti gli altri VM nell’host. Assicurati che il tool che stai utilizzando per effettuare il backup ti permetta di fare il backup delle machine virtuali al virtualization layer. Questo vuol dire utilizzare una applicazione che esegue un image-level backup del file .vmdk senza intaccare il sistema operativo. In questo modo si ha la garanzia di avere a disposizione tutte le risorse possibili.

Sospendi le  transactional applications.

Se stai per eseguire il backup di una VM che dispone di applicazioni transazionali come database e server di posta elettronica, è fondamentale che tu le sospendi di modo che siano nello stato appropriato per eseguire il backup. Questo assicura che, in caso di un ripristino, nessun dato vada perso. I tools VMware contengono un driver che funziona con Microsoft Volume Shadow Copy Service (VSS) per interrompere le applicazioni prima di eseguire il backup. Inoltre, accertati che il servizio VSS non sia disattivato e tutto sia configurato correttamente per eseguire un backup coerente con le applicazioni.

Non risparmiare sulle risorse di backup.

Prima di eseguire il backup di una macchina virtuale, assicurati di disporre di uno spazio sufficiente nel repository dove hai deciso di archiviare i dati. Avere adeguate risorse di CPU e memoria è fondamentale e potrebbe influenzare in modo significativo il tempo necessario al backup. È importante seguire le indicazioni del fornitore hardware del server di backup.

Non memorizzare i backup con i dati di produzione.

Non utilizzare lo stesso repository per memorizzare i backup e gli altri dati sensibili della tua azienda. Qualsiasi problema che potrebbe verificarsi nel tuo repository non solo potrebbe corrompere i tuoi dati aziendali, ma anche tutti i backup della tua macchina virtuale. È prudente e più efficace utilizzare repository differenti per dati di backup e dati di produzione ma, soprattutto, avere un site differente dove effettuare lo storage.

Pianifica attentamente i backup.

Il processo di backup può mettere sotto pressione le risorse di un virtual machine host andando ad influenzare le prestazioni anche di altre VM nell’host stesso. Per questo motivo è fondamentale programmare le operazioni di backup, non effettuarlo durante l’orario lavorativo, non eseguire il backup di troppe VM sullo stesso host contemporaneamente e bilanciare la pianificazione per uniformare l’utilizzo delle risorse.

Ti interessa avere maggiori informazioni su RecoveryManager Plus? Consulta il nostro sito web https://www.manageengine.com/ad-recovery-manager/ (in lingua inglese) oppure contatta gli specialisti Bludis allo 0643230077 o invia una e-mail a sales@bludis.it

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in IT Operations Management

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

MacOS Vulnerability. Come gestirle.

MacOS Vulnerability. Come gestirle. Con la nascita del sistema operativo Macintosh o MacOS…