Home Soluzioni IT Security Data storage costs. Bring down it!

Data storage costs. Bring down it!

8 minuti di lettura
0
1,873
Data storage costs.

Data storage costs. Bring down it!

Dati ridondanti, obsoleti e banali (ROT) si riferiscono alle informazioni contenute in repository di dati che non sono in uso o non sono necessarie nelle operazioni aziendali correnti. Questi file che risiedono negli archivi dati, si aggiungono ai costi di archiviazione.

Data storage costs. What is Data Rot?

I dati ROT includono ma non sono limitati a:

  • Vecchi file che non servono più.
  • File obsoleti che appartengono a utenti attuali ma non sono in uso o hanno versioni più recenti in uso.
  • File obsoleti appartenenti a utenti inattivi.
  • Istanze duplicate di file che non servono a nessuno scopo.
  • Registri e file banali contenenti informazioni non necessarie per operazioni aziendali, conformità o altri requisiti.

Eliminando file e cartelle indesiderati, le aziende possono concentrare denaro e sforzi per proteggere i dati business-critical.

Data storage costs. Pitfalls of storing.

I dati ROT probabilmente costituiscono una parte enorme dei tuoi archivi dati. Ecco un rapido esempio per illustrare il motivo di questo problema. Immagina di dover scansionare cassetti e cassetti di carta per trovare un solo file. Nel contesto digitale, questo significa ore e ore di scansione dell’archiviazione di file, impiegando tempo e manodopera. Gli altri inconvenienti dei dati ROT lasciati deselezionati includono:

  • Dati personali non protetti. I vecchi file possono includere informazioni di identificazione personale. Informazioni di contatto o dettagli medici, e questi dati devono essere individuati e protetti per prevenire furti o perdite.
  • Archiviazione dei dati mal utilizzata. Se non si cancellassero i dati ROT, potrebbe essere necessario acquistare più spazio di archiviazione per soddisfare la crescita esponenziale dei dati. L’archiviazione dei dati ROT significa che stai perdendo spazio di archiviazione che potrebbe essere utilizzato per i dati essenziali.
  • Sfruttamento di file orfani o nascosti. I file orfani vengono lasciati indietro da ex dipendenti o altre parti interessate quando cessano di far parte dell’organizzazione. I file orfani con accesso aperto possono esporre dati non necessari a addetti ai lavori o ad altri utenti.

Con l’aumento dei costi e delle minacce alla sicurezza, le aziende cercano di gestire in modo efficiente gli archivi di dati. Il primo passo verso una gestione efficace dei costi di storage consiste nel capire in che modo i dati ROT influiscono sulla tua organizzazione.

Data storage costs. Cost of Storing.

Esaminiamo brevemente il costo dell’archiviazione di dati ridondanti o obsoleti. Il calcolo seguente si basa sui risultati dei dati ROT del Databerg Report 2019 e sui dati chiave IT 2019, menzionati di seguito:

  • Il costo dell’archiviazione dei dati grezzi ammonta a 1.404 dollari per TB, ipotizzato costante per un periodo di cinque anni.
  • Si presume che i dati totali per questo calcolo siano 100 TB.
  • Il 33% dei dati totali riguarda dati ROT.

Quindi, il forte aumento dei costi di archiviazione ROT per la crescita dei dati al 25% e al 35% sarebbe simile a questo.

Come risulta evidente dal grafico, il costo dei dati ROT è una delle principali fonti di preoccupazione che dovrebbe essere presa in debita considerazione.

Data storage costs. Hot to minimize ROT data storage costs.

La spiacevole crescita dei costi di archiviazione dei dati ROT può essere mitigata eliminando l’archiviazione dei file per eliminare le informazioni indesiderate. Per gestire i dati ROT al fine di contenere i costi di archiviazione e ottimizzare l’archiviazione dei file:

  • Utilizzare un analizzatore di file server per eliminare i vecchi file che non contengono informazioni essenziali.
  • Elimina le versioni duplicate eccessive dei file per risparmiare spazio su disco.
  • Sposta i dati archiviati o a basso impatto su backup su cloud e risparmia spazio di archiviazione offline per i dati attualmente in uso.

Esamina periodicamente i dati vecchi, duplicati o obsoleti sia nei repository cloud che fisici per eliminare eventuali file indesiderati. Ciò aiuterà anche a individuare eventuali rischi per la sicurezza che potrebbero derivare da archivi di dati non gestiti.

Data storage costs. Data Security Plus.

Il passo successivo nell’affrontare i problemi relativi ai dati ROT, è utilizzare strumenti e pratiche di archiviazione dei file per aiutare a tagliare i dati accumulati nei repository. ManageEngine DataSecurity Plus offre uno strumento di analisi dei file dinamico. Aiuta a individuare file vecchi, obsoleti, inutilizzati e duplicati utilizzando l’ora dell’ultima modifica e altri attributi. La soluzione aiuta anche ad analizzare file obsoleti e cartelle nascoste per problemi di igiene delle autorizzazioni per impedire a insider o hacker di sfruttarli. Prova la versione demo gratuita: https://www.manageengine.it/data-security/ e contatta gli specialisti di Bludis se vuoi maggiori informazioni. Chiamaci allo 0643230077 o invia una e-mail a sales@bludis.it e non perdere i nostri Webinar: https://www.bludis.it/webinar/

Altri articoli correlati
Altri articoli da Redazione
Altri articoli in IT Security

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Log4j flaw. Cosa dobbiamo sapere.

Log4j flaw. Cosa dobbiamo sapere. Il mondo della sicurezza informatica è stato costantemen…