Business Service Management: La carta vincente per dare valore ai tuoi servizi

Una recente indagine condotta da Coleman Parkes su 1808 aziende (di queste oltre 200 in Italia) in 11 paesi europei, mostra come un’impresa italiana è mediamente soggetta ogni anno a 11 ore di fermo dei sistemi informativi. Si stima che le aziende italiane, perdono ogni anno più di 400 milioni di euro a causa di inefficienze nel settore IT.
È proprio per arginare questa enorme falla che nasce il BSM.

Cos’è il Business Service Management?
Il BSM è una metodologia che l’intera azienda deve mettere in pratica anche se è strettamente legata alla figura dell’IT manager. Si basa sul miglioramento della cultura di formazione e informazione sull’IT in ambito aziendale erroneamente legata al solo personale tecnico. Il BSM:

• Rende più agevoli i rapporti tra le varie BU migliorando i sistemi di comunicazione.

• Permette di integrare in modo sempre più spinto le varie tecnologie e aiuta ad analizzare meglio le priorità davanti a situazioni con più disservizi in corso.

• Permette un attento e più frequente monitoraggio dei servizi offerti per capire se, ad una corretta erogazione corrisponde anche una adeguata qualità.

Il settore tecnico viene quindi investito di una sempre più grande responsabilità ma anche coinvolto maggiormente ed in maniera più dinamica.

Le migliorie del Business Service Management
Il BSM migliora le tempistiche di intervento ed i processi per far si che le prestazioni delle singole applicazioni possano insieme migliorare la qualità del servizio erogato. Migliorando l’efficienza operativa, si ha un maggior controllo ed una riduzione dei costi. Tutto questo non si ottiene solo aggiornando la tecnologia che compone l’infrastruttura ma anche e soprattutto, dando valore al lavoro delle singole risorse. Si trasforma questo lavoro in un servizio e si mette da parte la concezione di un IT a compartimenti stagni che si aveva fino a qualche anno fa. Il vecchio, anche se corretto, concetto di “problema risolto quindi lavoro andato a buon fine” non esiste più. Si ragiona adesso in un’ottica differente, si analizzano le priorità e come queste possono ripercuotersi sui vari settori. Come ottenere tutto questo ? seguendo un percorso coerente verso il BSM.

Perché il BSM?
Seguendo in modo corretto queste regole, si riesce a gestire la crescente dipendenza delle organizzazioni italiane dai sistemi informatici. L’effort investito dalle singole risorse nelle varie operazioni, non rimane un bene misurabile e fruibile da un unico settore ma diventa patrimonio dell’intera azienda. Il Business Service Management è lo strumento per dare visibilità all’azienda e a quel valore aggiunto che può renderla un “partner indispensabile”. Non ultimo, può rendere più piacevole la vita del direttore IT!

Prodotti Correlati:
IT360
Applications Manager

Articoli correlati

Nessun commento

Commenta