Il cielo sopra a noi! le previsioni del Cloud per il 2014

Il cloud computing, continua a essere uno degli argomenti più pubblicizzati nel settore IT. Anche Gartner, ci dice che ha superato il picco delle aspettative e la tendenza rimane quella di crescita.

Oggi, ogni azienda o singola persona utilizza almeno una applicazione in cloud.
Ogni volta che come utenti accediamo a Gmail o Facebook, stiamo navigando nel cloud.
Le aziende hanno adottato applicazioni SaaS per la contabilità, rendicontazione delle spese, email e altre applicazioni aziendali.

Sembrerebbe quindi che il cloud computing sia ormai diventato di uso comune,giusto? Sì e no.

In realtà gli esperti si aspettano un ulteriore incremento di adozione del cloud, soprattutto da parte delle aziende, che cercano di sfruttare i suoi vantaggi intrinseci.

  • L’IT si sposterà verso il cloud per valutare e implementare nuove tecnologie.

Le aziende IT hanno creato questo mantra per il 2014: “fuori il vecchio, dentro il nuovo“. Mentre il mandato per l’IT è, di essere innovativo nelle tecnologie, le aziende continuano a essere impantanate con la gestione delle loro vecchie tecnologie. Quasi l’80% del budget IT delle aziende, è destinato al mantenimento dei sistemi esistenti. Spostando tecnologie come ERP, CRM, Help Desk e anche il PBX sul cloud, l’IT potrà tirare un sospiro di sollievo e dedicarsi ad attività di maggior rilievo.

  • Il cloud, non sarà più “l’ambiente di lavoro alternativo”.

Il nesso tra social, mobile e cloud, sta cambiando la nostra visione di come il business è fatto e la nozione di business stesso. Storicamente, l’azienda ha i suoi uffici; tutti i dipendenti vanno a lavorare approssimativamente allo stesso orario, si siedono alle loro scrivanie e restano lì la maggior parte della giornata.
È spesso sottolineato il concetto di essere a lavoro “on-time”. Le aziende affittano uffici , offrono dei plus come la mensa presumibilmente per far “lavorare meglio” e più a lungo il personale.
Grazie al cloud, questo scenario risulta antico! Per cominciare, le aziende si sono rese conto che non è necessario, essere tutti in ufficio e allo stesso tempo; questo si traduce in un enorme risparmio di costi immobiliari sostituendo luoghi costosi con spazi molto efficienti. I manager, lavorano con maggiore efficenza contando su personale meno stressato e quindi più produttivo.

  • Le aziende preferiscono il “private cloud”

Mentre c’è ancora una certa apprensione – o anche obblighi normativi –per l’adozione del cloud pubblico – non sembra esserci nessuna discussione sull’utilità del cloud computing stesso. Quindi risulta più facile ai CIO scegliere soluzioni di “private Cloud” ovvero un ambiente cloud bases in cui solo il cliente specifico può entrare.

Che si tratti di pubblico, privato o personale, guarderemo senza dubbio al 2014 come l’anno in cui il cloud diventerà parte integrante dell’IT.

Come controllare i servizi affidati in cloud? affidati ad uno dei tool gratuiti ovvero:  Site24x7

Articoli correlati

Nessun commento

Commenta